Le pareti in vetro: luce ed eleganza da favola

11/09/2020 Casa

Scopri come le pareti in vetro possono cambiare totalmente l'aspetto della tua casa e la funzionalità degli uffici

 

Conferire luminosità ed ampiezza agli ambienti della propria casa è sempre stato uno degli obiettivi principali sia in fase di arredo e/o ristrutturazione, sia in fase di acquisto di un nuovo immobile. 

Soprattutto per chi dispone di spazi non troppo ampi, ideare modi sempre nuovi e diversi per valorizzare ogni angolo della propria casa è fondamentale. 

Una valida soluzione è rappresentata dalle vetrate per interni. E' possibile di fatto dividere la cucina o la camera da letto dal soggiorno, la doccia dal resto del bagno, utilizzarle come parapetto per le scale o per dividere un ufficio. Arricchire un ambiente con eleganza e un design moderno è possibile, senza rinunciare alla praticità grazie alla vasta tipologia di vetri a disposizione: extra chiaro, colorato, satinato, trasparente, decorato.

Come arredare gli ambienti di casa con le vetrate

Le vetrate da interni sono una soluzione moderna e di elevato impatto estetico per ricavare un nuovo spazio all’interno di un ambiente ampio, o dividerlo senza ricorrere a lavori di muratura.

I vantaggi delle vetrate per interni:

  • più luce agli ambienti della casa
  • fa sembrare gli spazi più ampi
  • sono eleganti e di design
  • versatili, personalizzabili e facili da installare

Vetrate fisse

Sfruttando la trasparenza è possibile realizzare delle vetrate fisse capaci di separare fisicamente ma non nettamente due ambienti.

La vetrata fissa si pone al tempo stesso come elemento strutturale, essendo paragonabile a un vero e proprio divisorio, ma anche d’arredo. La trasparenza del vetro permette alle due aree interessate di comunicare tra di loro, guardandosi reciprocamente, pur essendo definite in due volumi fisicamente separati.

È particolarmente indicata e utilizzata da chi vuole dividere uno spazio open space o vuole creare un filtro meno netto all’interno di un divisorio in muratura, alternando l’elemento opaco a quello trasparente.

La vetrata fissa trova applicazione tanto nella zona giorno quanto nelle camere da letto. Nel primo caso può essere utilizzata per separare cucina e soggiorno o sala da pranzo e salotto, ma anche salotto e zona studio.

Nella camera da letto, invece, si trovano spesso vetrate, opache o trasparenti, che fungono da veri e propri divisori tra la stanza e il bagno privato o tra la stanza e il guardaroba.

In generale, comunque, si può affermare che la versatilità delle vetrate fisse permette di utilizzare queste ultime in qualsiasi occasione in cui si voglia realizzare un divisorio senza ricorrere a mattoni o cartongesso, ma si preferisca una soluzione di più pratica e rapida esecuzione.

Porte vetrate

Un’alternativa d’impatto minore in termini di grandezza dell’elemento e di intervento sull’esistente sono le porte vetrate.

Così come le vetrate fisse, le porte vetrate vengono spesso inserite nelle pareti divisorie di ambienti che si vuole lasciare in comunicazione, almeno visivamente.

Possono essere scorrevoli e non, di altezza standard o a tutt’altezza. Possono avere una cornice realizzata con un materiale diverso dal vetro o non averne affatto, per un look più semplice e moderno.

Possono essere trasparenti, opache, colorate o decorate.

Anche nel caso delle porte vetrate, come già detto per le vetrate fisse, le possibilità di personalizzazione sono veramente molto ampie e consentono di dare un tocco di unicità all’ambiente.

Vetrate per interni, una soluzione anche per gli uffici

Le vetrate sono perfette anche come pareti divisorie per uffici, per organizzare al meglio gli spazi di lavoro. Box vetrati e sale riunioni con pareti in vetro sono una soluzione sempre più adottata per creare ambienti di lavoro moderni sfruttando al massimo lo spazio. In uffici open space le vetrate sono ideali per creare un ambiente organizzato, luminoso e aperto ma con la giusta privacy.