Non farti cogliere impreparato dall’estate: tre consigli per isolarti dal caldo!

17/07/2019 Casa

Chi più chi meno, su tutto il territorio stiamo percependo l’innalzamento delle temperature. Alcuni suggerimenti su come rinfrescare casa senza spendere un capitale

Chi più chi meno, su tutto il territorio stiamo percependo l’innalzamento delle temperature. L’arrivo della bella stagione porta con sé giornate lunghe e voglia di vacanza, ma allo stesso tempo il disagio di un eccessivo calore all’interno delle nostre case. E allora, che fare? Basta fare un giro nei negozi di elettrodomestici per vedere quante offerte di ventilatori e condizionatori sono a portata di mano. Certo, anche questa è una soluzione, che però richiede un consumo di energia elettrica da molti sottovalutato e così, insieme alle temperature, si impennano pure le bollette. Non sarebbe meglio ricorrere ad una soluzione più radicale ed efficace? Fortunatamente c’è, ed è più semplice di quello che si potrebbe pensare.

Innanzitutto proviamo a capire da dove si origina il caldo in casa. I muri esterni, le finestre e il tetto (che in architettura tecnica formano l’involucro edilizio) fungono da filtro al passaggio di calore tra ambienti interni ed ambiente esterno: d’inverno limita la dispersione del calore dei termosifoni verso l’esterno, mentre nel periodo estivo limita l’ingresso del calore solare verso l’interno. La capacità di limitare più o meno il passaggio di calore in una delle due direzioni si chiama resistenza termica o, più semplicemente, isolamento termico. È facile capire che quanto maggiore sarà l’isolamento dell’involucro, tanto minore sarà la necessità di spendere soldi per riscaldare d’inverno e raffrescare d’estate. Un buon intervento di isolamento è dunque un ottimo investimento per limitare i consumi della propria casa, in tutte le stagioni dell’anno e una volta per tutte.

Ma cosa comporta migliorare l’isolamento termico di casa propria? Oggi fortunatamente il mercato propone soluzioni alla portata di tutti, sia come costo che come tempi di esecuzione. Proviamo a vederne tre.

I nostri consigli per l’isolamento termico di casa

Pannelli in schiuma isolante 

Tra i materiali più semplici da installare ci sono i pannelli in schiuma isolante, in kit pronti per l'installazione e adatti anche per chi vuole cimentarsi con il fai da te. Vengono applicati a secco mediante delle staffe di fissaggio. Si applicano sulle pareti esterne lasciando uno spazio tra pannello e muro al fine di ottenere una sorta di camera d'aria. I pannelli vanno poi coperti con il rivestimento desiderato.

Pannelli a cambiamento di fase 

Per isolare una casa dal caldo proveniente dai piani superiori, siano essi sottotetti abitabili o meno, è utile realizzare un controsoffitto sospeso. Ponendo all'interno dei materiali isolanti si otterrà un significativo miglioramento in termini di temperatura interna, sia in estate che in inverno. Ottimi materiali da utilizzare a questo scopo sono quelli di derivazione minerale basati su un cambiamento di fase, da solido a liquido, in grado di assorbire o cedere il calore. Il materiale è semplice da installare poiché incapsulato all'interno di un film plastico e ignifugo per ottenere dei pannelli. 

Pannelli isolanti minerali 

Per ottenere velocemente un buon effetto isolante all'interno di un ambiente è possibile agire dall'interno realizzando un cappotto interno. Agendo dall'interno è necessario che il materiale impiegato sia traspirante e igroscopico, per evitare la formazione di condensa e muffa come i pannelli isolanti minerali. Questa soluzione rapida ha come contro la perdita di centimetri di volume interno dovuta all'aggiunta dello spessore dei pannelli. Può essere utilizzata anche nell'isolamento di solai freddi come quelli di garage e cantine.

Pannelli in fibra di legno 

Se per la casa si preferisce adottare soluzioni ecologiche si può i ricorrere ai pannelli in fibra di legno, materiale isolante termico e acustico in linea con i principi della bioedilizia. Leggero e di facile installazione, si posa a secco e può essere usato per riempire intercapedini, anche per pareti in legno, o per isolare soffitti e controsoffitti.

Il contributo dei vetri 

Da non dimenticare quanto le aperture come finestre e portefinestre influiscano sull'isolamento della casa. Fondamentali in questo senso i vetri. La scelta di vetri basso emissivi, fatti con doppi o tripli vetri e dotati di camere d'aria, assicurano ottime prestazioni isolanti per cui se le finestre hanno vetri semplici è conveniente optare per una sostituzione. Se non si vogliono cambiare le finestre esistenti è possibile aggiungere un doppio infisso, altra soluzione che migliorerà l'isolamento della casa e proteggerà dagli spifferi.

L’importanza dei serramenti a taglio termico

Nelle giornate di gran caldo si genera normalmente una forte differenza di temperatura fra l’ambiente esterno e l’ambiente interno. Maggiore è la differenza di temperatura fra i due ambienti, maggiore sarà la quantità di aria calda che penetrerà velocemente all’interno della nostra casa, attraverso le finestre, creando una serie di ponti termici.

Per ridurre l’effetto negativo dei ponti termici, sono stati inventati i profili a taglio termico. Visti in sezione, questi profili contengono al loro interno del materiale isolante, che interrompe la continuità fra la parte interna ed esterna riducendo sensibilmente lo scambio di calore fra i due ambienti.

I profili in pvc, grazie alla tecnologia del taglio termico, permettono di realizzare infissi ad elevate prestazioni di isolamento termico in grado, anche, le prestazioni termiche estive. Infatti il taglio termico, sebbene pensato per la stagione invernale, funziona anche d’estate diminuendo il passaggio di calore attraverso le superfici metalliche dei telai delle finestre esposte ai raggi del sole.