Stile shabby chic: cos'è e come fare a realizzarlo

11/06/2019 Casa

Sempre più spesso si sente parlare di stile shabby chic. Cos è e dove nasce questo nuovo modo di intendere la casa e l'arredamento tanto alla moda

Lo shabby chic ha una inventrice, se così possiamo definirla, si chiama Rachel Ashwell e tutto è cominciato dalla sua passione per gli arredi fuori moda, nasce, così, la shabby chic couture.

La parola shabby significa letteralmente usurato, invecchiato, logoro mentre la parola chic sta per eleganza indiscussa, ne consegue che lo shabby chic è l'eleganza dell'invecchiamento.

Lo shabby chic ama il vissuto, è il vintage, è una tendenza che diventa un vero e proprio stile di vita. E' come un insieme che racchiude vari settori, dalla moda all'arredamento per l'appunto.

Colori

I colori dell'arredamento shabby chic sono i colori molto chiari, luminosi e rigorosamente opachi: bianco, avorio, crema, grigio, beige, verde molto chiaro, tortora, celeste, rosa antico, glicine.

Materiali

Il materiale per eccellenza preferito nello shabby è il legno invecchiato con la tecnica del decapè per la realizzazione dei mobili, di scaffalature e credenze.

La pietra, materiale prediletto per pavimentazioni e realizzazioni di lavandini e piani lavoro.

Il ferro battuto, verniciato di bianco o grigio polvere, è utilizzato per le testiere del letto oppure per le sedie o la realizzazione di fioriere o, anche, per la creazione di piccoli oggetti d'arredo come le gabbiette porta candela (immancabili per questo stile di arredamento).

Forme

Le forme nell'arredamento shabby sono tendenzialmente morbide e lineari, tendenti al country, a cui si associano in modo armonioso alcuni dettagli dalle forme arrotondate come i piedi dei mobili o gli angoli delle cornici di uno specchio.

Tessuti

I tessuti sono leggeri come il cotone e il lino, floreali o tinte pastello. Si utilizzano per creare tende e tendine ma anche copri poltrone e divani.

Arredare la casa in stile shabby chic

Quando si decide di scegliere l'arredamento shabby chic non si può fare una scelta mirata a una sola stanza ma bisogna ragionare pensando all'intera casa, certo ogni ambiente avrà le sue preferenze, ma è inconcepibile creare una cucina in stile shabby chic e una camera da letto moderna.

Cucina

Nella cucina shabby chic devono regnare sovrani i pezzi vintage, dalle vecchie credenze della nonna alle decorazioni intagliate nel legno. Colori tenui e fiori sul tovagliato e, poi, la punta di diamante: servizio di piatti in porcellana in bella vista.

Mobili

Nello shabby chic la parola d'ordine è: accostamento di pezzi singoli. Ecco che una camera da letto o un soggiorno in stile shabby non può mai essere acquistato come un unico pacchetto ma ogni ambiente va creato, composto, tassello per tassello.

Cuscini spaiati, cornici d'argento, dettagli in ferro battuto e tecniche per l'invecchiamento dei mobili: tutto questo è shabby chic.

Decorazioni e complementi d'arredo

Le decorazioni nello shabby chic sono tutto. Bisogna creare l'invecchiamento "chic", bisogna ridare vita all'usurato. Le decorazioni in questo stile d'arredamento sono veri e propri lavori di ristrutturazione su mobili e complementi d'arredo.

E poi la luce, la luce è il "must have" dell'arredamento shabby chic e, infatti i colori usati in questo stile richiamano prepotentemente la luce, lampadari e lampade avranno due possibilità: essere in ferro battuto, per far trapelare luce, oppure rivestiti di tessuti floreali, pensiamo alle romantiche abat-jour.

L'arredamento shabby chic è arte, arte del buon gusto nel creare il proprio habitat partendo sempre e comunque dal vissuto, da tutto ciò che ha già avuto una storia.